Indennità per le persone particolarmente a rischio

Quali condizioni devo adempiere?

I lavoratori (salariati e indipendenti) nonché le persone in posizione assimilabile a quella di un datore di lavoro che rientrano tra le persone particolarmente a rischio hanno diritto all’indennità, se non possono esercitare la loro attività lucrativa da casa o possono farlo solo in parte e devono quindi interrompere la loro attività.

In tal caso, deve comprovare mediante certificato medico di appartenere al gruppo delle persone particolarmente a rischio ai sensi dell’allegato 7 dell’ordinanza 3 COVID-19.

Le persone particolarmente a rischio che svolgono un’attività lucrativa indipendente devono indicare nel modulo i motivi per i quali non possono svolgere il lavoro da casa.

 

Chi è considerato «persona particolarmente a rischio»?

Sono considerate «persone particolarmente a rischio» le donne incinte e le persone non vaccinate contro il COVID-19 che soffrono in particolare delle seguenti patologie: ipertensione arteriosa, diabete, malattie cardiovascolari, malattie croniche delle vie respiratorie, malattie o terapie che indeboliscono il sistema immunitario, cancro e obesità. L’allegato 7 dell’ordinanza 3 COVID-19 fornisce precisazioni al riguardo.

 

Quando inizia il diritto all’indennità?

Il diritto inizia al più presto il 18 gennaio 2021, se sono adempiute tutte le condizioni di diritto.